Tecnologia RFID, le caratteristiche della Ultra High Frequency 

La Ultra High Frequency, come la High Frequency, si trova nella parte alta dello spettro di frequenza: a differenza della HF, utilizzabile in tutto il mondo, la UHF presenta differenze significative in base al Paese (in Europa 865-868 MHz; negli Stati Uniti 920 MHz; in Asia 950 MHz).   


Ultra High Frequency: caratteristiche e applicazioni 

Introdotta in Italia relativamente di recente, nel nostro Paese l’Ultra High Frequency ha cominciato a diffondersi a partire dal 2007, anno della liberalizzazione della banda UHF da parte dell’allora Ministro delle Telecomunicazioni Paolo Gentiloni. Nella tecnologia RFID in Ultra High Frequency, il lettore trasferisce energia al tag attraverso un’antenna e il tag a sua volta invia a quest’ultima i dati memorizzati al suo interno. In Europa, e quindi in Italia, l’UHF opera alla frequenza di 865-868 MHz ed è attualmente regolata dallo standard internazionale ISO/IEC 18000-6 del 2013 (Information technology – Radio frequency identification for item management. Parameters for air interface communications at 860 MHz to 960 MHz General), che definisce l’interfaccia via etere per i dispositivi RFID operanti a tali frequenze nelle bande Industrial, Scientific and Medical (ISM). 

I sistemi RFID in banda UHF permettono distanze di rilevazioni elevate, che arrivano fino a 10-15 metri. Dal momento che la tecnologia è più complessa, i lettori UHF hanno un costo più alto rispetto a quelli HF, ma il prezzo è compensato dagli indubbi vantaggi: la maggiore distanza di rilevazione garantisce, infatti, maggiore potenza delle letture e rapidità, con la possibilità di leggere centinaia di tag in pochi minuti, ottenendo un dato certo e affidabile. Le applicazioni della Ultra High Frequency sono numerose: 

Logistica e inventari 
In diversi settori (farmaceutico, food&beverage, fashion), la tecnologia RFID in Ultra High Frequency è utilizzata per inventariare la merce, mediante lettori che rilevano il tag a una distanza di 5-6 metri, velocizzando notevolmente il processo. All’interno dei magazzini automatizzati il reader è posizionato direttamente sul nastro trasportatore o sul carrello elevatore.  

Sistemi di controllo accessi a mani libere
L’uso dell’RFID in banda UHF è frequente per verificare l’accesso di persone, veicoli e merci all’interno di aziende che si servono dei sistemi di controllo accessi a mani libere (per es. per identificare i lavoratori e i mezzi nei cantieri edili, verificare l’accesso ai parcheggi e così via). 

Automazione di processo
Nell’ambito industriale, tag RFID in banda UHF sono applicati ad oggetti e materiali per la tracciatura a distanza, senza l’intervento dell’operatore. In tal modo il procedimento diventa più rapido, si riduce il rischio di errore umano ed è possibile lavorare anche in condizioni sfavorevoli (presenza di polvere o agenti chimici). 

Manutenzione degli impianti industriali
La tecnologia RFID in banda Ultra High Frequency è utilizzata sia nell’ambito della manutenzione correttiva, in seguito alla rilevazione di un’avaria, sia di quella preventiva, finalizzata a prevenire l’insorgenza del guasto. Applicato all’oggetto sul quale viene effettuata l’attività manutentiva, il tag RFID viene letto dall’operatore all’inizio e al termine dell’operazione, consentendo di calcolare il Tempo Medio di Riparazione (Mean Time to Repair – MTTR), uno degli indici più importanti nella manutenzione. Grazie all’RFID è possibile implementare un sistema CMMS (Computerized Maintenance Management System), ovvero un Software di Gestione della Manutenzione utile per analizzare i dati raccolti, pianificare le attività e organizzare le squadre di operatori.  

Tracciabilità alimentare
Sempre più diffusa è l’etichettatura di bevande e alimenti pregiati (vini, oli, salumi e altri prodotti tipici) con tag RFID in banda UHF, al fine di garantire l’unicità del prodotto, tracciare il percorso distributivo e prevenire tentativi di contraffazione. 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale le ultime novità.

Privacy

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione e ti abbiamo inviato una e-mail all'indirizzo che ci hai indicato (se non la ricevi, prova a controllare la tua cartella di spam). Clicca sul link all'interno dell'e-mail per attivare la tua registrazione.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di Google. INFORMATIVA PRIVACY