Card in PLA: le tessere da plastiche biobased

card plaIl PLA (acido polilattico) è una plastica biobased utilizzata per la produzione delle card, derivata dalla trasformazione dello zucchero presente nel mais, nella barbabietola, nelle patate. “Il termine biobased indica che il materiale o il prodotto deriva in parte da biomassa (piante). La biomassa utilizzata per le bioplastiche deriva, ad esempio, dal mais, dalla canna da zucchero o dalla cellulosa” (Fonte: www.european-bioplastics.org/bioplastics). 

Il PLA, come tutte le plastiche biobased, è biodegradabile. Nel “linguaggio chimico e commerciale”, è biodegradabile una “sostanza o prodotto che può subire la degradazione biologica o biodegradazione”. (Fonte: www.treccani.it/vocabolario/biodegradabile). Dal punto di vista fisico e chimico, biodegradabilità è il processo di naturale degradazione della materia organica e il suo riassorbimento nell’ambiente; un materiale biodegradabile viene degradato dalla natura in maniera autonoma, in tempi molto brevi. 

card bio pla Trasparente, lucido, ricavato da fonti rinnovabili e totalmente biodegradabile, questo materiale ha però una limitata resistenza alla temperatura.

Lo svantaggio delle card in PLA e ottenute da materiali biobased è la brevissima durata e, di conseguenza, l’impossibilità di utilizzarle per impieghi a lungo termine (carte di credito, badge per controllo accessi, loyalty card).

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale le ultime novità.

Privacy

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione e ti abbiamo inviato una e-mail all'indirizzo che ci hai indicato (se non la ricevi, prova a controllare la tua cartella di spam). Clicca sul link all'interno dell'e-mail per attivare la tua registrazione.